Manuale d’uso e manutenzione Totem da Interno

Gentile cliente, la ringraziamo per la scelta di un nostro prodotto. Il totem è stato progettato e costruito per durare nel tempo ed assicurare un buon funzionamento nel rispetto delle normative vigenti.

Descrizione generica

Il totem è un prodotto artigianale in acciaio S235JRC verniciato a forno e customizzato secondo le esigenze del cliente. Modelli diversi si adattano all’esigenza di posizionarlo all’esterno o all’interno di edifici con diversi tipi di IP ed IK.

Tutti i nostri totem sono dotati di ventole di aereazione, e possono essere implementati con regolatori di temperatura, di umidità, di riscaldatori e condizionatori. Fanno eccezione i totem da interno con tablet, per i quali non si rende necessaria generalmente la ventilazione forzata, ma che volendo può essere applicata.

Dotato di monitor con superfici touch antiurto e trattamento antivandalo, o di tablet, il TOTEM viene completato da un computer ed eventuali periferiche, quali lettori RFID, stampanti termiche, lettori di codici a barre ecc.

La struttura ha la caratteristica di essere priva, esternamente, di spigoli vivi e dotata di verniciatura di protezione, con eventuale ulteriore verniciatura antivandalo.

Un interruttore a monte del circuito elettrico viene dimensionato opportunamente in base al carico elettrico che dovrà sostenere. In alcuni casi potrà essere inserito in una presa IMC e dotato di led luminoso. Il led acceso serve a verificare che l’apparecchiatura è in quel momento alimentata.

Le guarnizioni di tenuta sono del tipo EC32VN a celle chiuse. Elastomero EPDM+CR Densità +/- 125 Kg/m3. Range di temperatura °C -40/+120.

Il totem consegnato, è costruito secondo le norme della buona tecnica (è conforme alla norma CEI 64/8) ed in grado di garantire se utilizzato a dovere, la massima sicurezza e funzionalità.

Condizione essenziale per evitare infortuni e o danni a cose, persone o animali e che se ne faccia un uso corretto e che venga installato secondo le norme di legge correnti, sia per il posizionamento che per la messa a terra che per le interferenze elettromagnetiche. È fondamentale che vengano effettuate le manutenzioni di tutti i componenti e le verifiche periodiche al fine di controllare ed accertare il buono stato dei componenti.

Le ricordiamo che gli interventi eventualmente necessari, manutenzione straordinaria compresa, devono essere eseguiti da imprese o personale in possesso dei requisiti previsti dalla legislazione vigente, e che corrispondono a quelli indicati dal decreto Ministeriale del 22/01/2008 n 37. L’impianto elettrico può essere fonte di danni alle persone e/o alle cose a seguito di malfunzionamenti, che possono essere dovuti, oltre che ad un uso improprio, anche da una mancata o errata manutenzione, o ad una modifica dell’impianto originario.

Interventi non autorizzati rendono nulla la garanzia e sollevano l’azienda produttrice da ogni responsabilità.

Gli avvertimenti riportati di seguito vengono forniti per ragioni di sicurezza e devono essere letti attentamente prima dell’installazione, prima delle manutenzioni ed ogni qualvolta si renda necessario intervenire all’interno del totem.

L’installazione, la messa in funzione, e qualunque tipo di manutenzione straordinaria deve essere eseguita da personale tecnico competente e qualificato, istruito per l’uso. Non alterare o modificare le caratteristiche del prodotto.

Si raccomanda. dal momento dell’installazione fino allo smaltimento, di attenersi alle direttive ed alle norme vigenti nel paese di utilizzo. La precisa ed integrale osservanza di tutte le norme, indicazioni e divieti esposti in questo manuale, costituisce requisito essenziale per il corretto funzionamento del prodotto.

Decliniamo pertanto ogni responsabilità per quanto derivante dal mancato rispetto, anche parziale, di tali osservanze.

Direttive e normative

Il totem è stato progettato e realizzato attenendosi alle direttive UE per la Bassa Tensione 2014/35/UE e ECM 2014/30/EU. Quest’ultima in considerazione dell’assenza di sorgenti elettromagnetiche è stata limitata alla misura del campo elettromagnetico generale.

È stata inoltre applicato il DM 22 gennaio 2088 n 37 e DM del 19 maggio 2010 relativo alla conformità con la regola dell’arte.

Attuazione della direttiva 2012/19/UE sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE). (14G00064) (GU n.73 del 28-3-2014 – Suppl. Ordinario n. 30 ) e s.m.i.Attuazione della direttiva 2011/65/UE sulla restrizione dell’uso di determinate sostanze pericolose nelle apparecchiature elettriche ed elettroniche. (14G00037) (GU n.62 del 15-3- 2014 ) e s.m.i. – RoHS

Accortezze

Le ventole, unici elementi in movimento sono protette con griglie specifiche.

L’impianto è collegato al sistema di terra dello stabile (ed è responsabilità dell’acquirente cliente installatore essere conforme alle normative applicabili). Il Manuale d’uso e installazione specifica all’acquirente e installatore della macchina, che deve essere prevista una corretta messa a terra a norma di legge.

Il vetro montato risponde alle certificazioni per l’antieffrazione con spessore di 4mm. L’aggiunta di una pellicola touch adesiva per tutta la superficie ne aumenta notevolmente la resistenza all’urto e inibisce il distacco delle schegge. La lastra è fissata e tenuta in sede indissolubilmente tramite due staffe poste superiormente ed inferiormente dal lato interno del totem. Sono presenti guarnizioni in polimero che ne garantiscono il contatto morbido. Posteriormente il monitor ne fissa ulteriormente la staticità.

I materiali utilizzati (Alluminio, Ferro, Acciaio, ecc.) sono correttamente dimensionati e non presentano rischi per la sicurezza. La macchina non produce sostanze pericolose o dannose per gli utenti o operatori o per l’ambiente durante l’utilizzo.

Avvertenze

Il totem può essere aperto e manutenuto esclusivamente da personale qualificato ed autorizzato.

I componenti elettrici restano sotto tensione anche a sportello aperto.

In caso di incendio non usare acqua, ma eventualmente estintori a CO2 o a Polvere.

I totem una volta installati, in particolare all’aperto, devono rimanere alimentati per garantire il mantenimento della temperatura di esercizio delle apparecchiature. Temperature estreme per lunghi periodi possono danneggiare i componenti interni.

Non usare mai in nessun caso aria compressa in bombolette per soffiare ventole o computer o monitor.

Qualunque tipo di intervento è necessario venga eseguito a fronte di una consultazione dei manuali specifici dei prodotti installati presenti in allegato e da personale qualificato ed autorizzato.

Trasporto in cassa

Il totem viene consegnato in casse in legno chiuse con viti Parker da legno, movimentabili con transpallet o muletti. All’interno della cassa è presente un’imbottitura in polistirolo o simile, ed il totem è avvolto in un film plastico protettivo. Lo smaltimento dei rifiuti è a carico dell’utilizzatore.

Trasporto con corriere specializzato

Il totem viene consegnato imballato in un film plastico protettivo ed ancorato su un pallet, movimentabile con transpallet o muletti.
Lo smaltimento dei rifiuti è a carico dell’utilizzatore.

I totem da interno sono di due tipi, quelli che necessitano il fissaggio a terra e quelli indipendenti.

Totem con fissaggio a terra

Nel primo caso si rende necessario il fissaggio a terra, prima dell’attivazione della struttura. Normalmente i totem di questo tipo hanno una predisposizione sulla base con fori interni o esterni per il fissaggio a terra.

Le operazioni di inserimento del totem sulla base devono avvenire in sicurezza da personale qualificato e con attrezzatura adeguata al movimento dei carichi.

Il personale operatore dovrà essere dotato di DPI adeguati.

Uno o più golfari di sollevamento possono essere presenti sulla parte superiore del totem per facilitare le manovre di installazione, al termine della quale potranno essere rimossi e sostituiti con apposito bullone con annessa guarnizione di tenuta.

Anche in questo caso la scelta della posizione dove collocare il totem deve tenere conto del tipo di terreno dove verrà fissato e le distanze per il sufficiente ricircolo d’aria.

Occorre lasciare sul fronte delle ventole almeno 15 cm di distanza dall’ostacolo più vicino.

Una volta rimosso l’imballo protettivo, occorre sostenere il totem durante le operazioni di fissaggio. Si consiglia l’uso di 6/8 tasselli tipo Fischer di F 10mm e di lunghezza adeguata alla superficie da perforare. Al termine dell’installazione occorre verificare la tenuta facendo oscillare il totem. Nel caso non sia stabile o oscilli sensibilmente si renderà necessario perfezionare l’ancoraggio a terra.

ATTENZIONE DURANTE LA FASE DI BLOCCAGGIO DEI DADI, IL TOTEM NON È NELLA CONDIZIONE NORMALE DI UTILIZZO, PER CUI È NECESSARIO PRESTARE LA MASSIMA ATTENZIONE ALL’EQUILIBRIO, IN PARTICOLARE CON LO SPORTELLO APERTO.

Totem senza fissaggio

I totem in questione, sono stati progettati e realizzati in modo che non necessitino di ancoraggio, per cui la loro stabilità è garantita alla costruzione. Essi rispetteranno le disposizioni di legge in merito alla stabilità degli armadi. È possibile che oltre ad una base di consistenza sufficiente, siano presenti mattonelle di cemento poste alla base per aumentare la stabilità. Le mattonelle presenti NON devono essere rimosse. Possono essere presenti piedini in gomma per migliorare l’appoggio a terra e non rovinare le superfici di contatto. In questo caso gli spostamenti devono tener conto di questa particolare situazione in modo da evitare rotture. Questo tipo di totem risponde alla direttiva UNI EN 16122. L’applicazione di forze superiori a quanto indicato nella direttiva può rendere il totem instabile e a rischio ribaltamento. L’accesso a questo tipo di totem deve pertanto avvenire da parte di persone responsabili. È comunque sconsigliato l’uso del totem a bambini in età non responsabile o a persone che non si trovino in condizioni di responsabilità psichica.

I totem prodotti da Totemmultimedia, contengono apparecchiature che rispondono alla normativa italiana sulla bassa tensione, per cui l’alimentazione deve essere esclusivamente monofase pari a 230V.

A seconda delle periferiche installate, su richiesta del cliente, potrà essere necessario avere cavi di alimentazione di sezione specifica. La potenza utilizzata conseguente alla presenza delle periferiche verrà riportata nella tabella sottostante. Nessuna periferica che utilizzi energia elettrica potrà essere aggiunta senza l’autorizzazione della società costruttrice. Ogni intervento in tal senso farà decadere istantaneamente ogni tipo di garanzia e farà decadere ogni tipo di responsabilità. Sono vietati l’uso di deviatori elettrici o multiprese.

Dati di Targa Totem da esterno:

Tensione: 230 V

Potenza massima di esercizio: 160W

Temperatura di esercizio: dai +5° C ai +25° C

Temperatura di Stoccaggio: da 0° C a 40°C

Umidità Relativa: 20% – 80%.

Come temperatura di stoccaggio si intende anche la temperatura di conservazione del totem in condizioni di inattività anche se installato.

La temperatura presa in considerazione è quella interna al totem.

Cavo da utilizzare per il collegamento elettrico in caso di sostituzione:

FROR 450/750 V 3g2,5 CEI 20-22 CE

SPINA: tipo Schuko 10A.

L’accensione e la messa in servizio, è bene vengano eseguite da personale autorizzato e qualificato.

Totem da interno

I totem possono essere dotati di un cavo di alimentazione, ed eventualmente uno di rete, già collegati e fuoriuscenti dal totem. In altri casi saranno presenti prese IEC ed in dotazione verrà dato un cavo di alimentazione In questo caso sarà necessario collegare il cavo ad una presa Schuko, e armare l’interruttore differenziale presente all’interno del totem.

Computer

Il computer, se presente, potrebbe essere stato programmato per avviarsi all’arrivo della tensione sull’alimentatore; il sistema operativo deve avviarsi in autonomia fino a raggiungere la completa operatività, altrimenti premere il tasto di accensione del PC posto nella parte bassa dello stesso.

Monitor

Il monitor è già alimentato e posto con il tasto di accensione su ON. Qualora il pc non riconoscesse all’avvio il monitor, utilizzare il telecomando in dotazione premendo sul tasto

SOURCE fino al completo allineamento.

Il monitor touch è già stato configurato e deve funzionare all’avvio del Sistema Operativo. In caso di modifica delle condizioni inziali del sistema operativo, verificare che i drivers necessari siano stati installati e configurati.

Termostato

Se presente un igrotermostato, questo è già stato programmato per le temperature standard, se si volesse modificare le soglie intervenire consultando precedentemente i manuali allegati. (Diversamente è possibile trovare la documentazione on line sul sito della STEGO.)

Qualunque tipo di intervento è necessario venga eseguito a fronte di una consultazione dei manuali specifici dei prodotti installati presenti in allegato e da personale qualificato ed autorizzato.

Verifiche da effettuare alla prima accensione:

Monitor Dopo l’accensione verificare che il monitor si illumini e che appaiano le scritte relative all’hardware della ditta costruttrice del monitor.
Computer  Dopo l’avvio verificare sul monitor che il sistema operativo salga   senza errori e si posizioni sulla schermata di Windows del desktop.
Touch Dopo aver verificato la presenza del sistema operativo sullo schermo, toccare lo schermo in vari punti ed assicurarsi che la freccia del mouse segua i punti di contatto. Strisciando il dito sullo schermo la feccia deve seguire il tocco il modo fluido.
Casse Dopo aver verificato la presenza del sistema operativo sullo schermo, avviare un file audio e verificare volume e qualità del suono.
Serrature Chiudere la porta del totem ed estrarre le chiavi assicurandosi della corretta chiusura.
Interruttore differenziale magnetotermico Premere il tasto TEST presente sulla parte anteriore dell’interruttore differenziale. L’interruttore deve immediatamente disarmarsi e la tensione non alimentare più le periferiche. Attendere qualche secondo e riarmare l’interruttore. Verificare che il sistema riprenda il corretto funzionamento. Questa operazione specifica deve essere ripetuta con regolarità secondo le indicazioni del costruttore ed eventualmente annotata nella tabella delle manutenzioni. È consigliato effettuare queste operazioni con il computer non alimentato. Se l’interruttore presente è solo magnetotermico, non sarà presente il tasto TEST, per cui è sufficiente disarmare l’interruttore per verificare il funzionamento corretto.
Ventole Le ventole posso essere alimentate in due modi differenti, o continua o regolate da termostato. Nel primo caso sarà sufficiente armare l’interruttore differenziale per vedere le ventole cominciare a girare. A seconda della posizione saranno in grado di espellere o aspirare l’aria. Nel secondo caso se al momento del test le ventole non dovessero girare, occorre intervenire sul termostato, variando la temperatura.
Periferiche diverse Possono essere presenti nel totem altre periferiche quali stampanti A4, lettori di card, scanner ottici o stampanti di biglietti. In tutti i casi non menzionati nel presente elenco occorre far riferimento per l’utilizzo e la manutenzione al libretto di uso e manutenzione propri del prodotto ed allegati al presente documento nella scatola in dotazione.

Il tipo di oggetto è per sua natura di facile utilizzo e non ha rilevanti elementi di disagio per l’utente, purché venga utilizzato in maniera intelligente.

Ciò significa che l’uso del touch deve avvenire in maniera delicata ed idonea alla struttura in vetro, inoltre l’utilizzo deve avvenire a distanza ragionevole onde evitare disturbi alla retina. Anche i tempi di utilizzo devono essere affidati alla ragionevolezza della situazione, per tempi relativamente brevi e con tempi di pausa onde evitare problemi legati a fenomeni di epilessia. L’utilizzo del totem deve essere consentito solo a persone in grado di utilizzare l’oggetto in maniera responsabile.

La struttura ha spigoli arrotondati e nessuna parte tagliente. In fase di messa in servizio l’audio deve essere regolato in modo da non creare danni agli utenti.

I sistemi di comando sono stati progettati e costruiti per resistere all’utilizzo ed agli agenti esterni. Anche se pensato per un utilizzo interno e quindi certificato per un IP20, risulta essere idoneo ad un utilizzo per valore di IP molto più alto. Non risulta essere possibile commettere errori di logica nelle manovre per l’utente. L’operatore dovrà essere qualificato e rispettare la normativa vigente.

Il TOTEM necessita di una manutenzione semestrale, si rende pertanto necessario compilare il libretto di manutenzione allegato al presente documento.

Durante questa ispezione periodica devono essere controllate:

*Guarnizioni: le guarnizioni della porta e del monitor garantiscono la tenuta alle polveri e all’acqua, verificarne lo stato ed in caso risultino secche o rovinate è necessario sostituirle. Se durante le ispezioni di controllo dovesse verificarsi la presenza di polvere o acqua, ciò indica possibili infiltrazioni. Si rende necessario in questo caso verificare la tenuta delle guarnizioni e della porta. La mancata manutenzione periodica almeno ogni 6 mesi, fa decadere ogni tipo di garanzia sui prodotti. Temperature range: °C -40/+120.

*Interruttore differenziale: L’interruttore differenziale deve essere verificato premendo il tasto di TEST posto anteriormente allo stesso. Premendolo la tensione all’interno dell’armadio deve interrompersi istantaneamente e la leva di armamento del differenziale deve abbassarsi. È consigliabile arrestare il sistema operativo del computer prima di effettuare queste operazioni. In seguito riarmare regolarmente l’interruttore differenziale.

Connettore IEC

In presenza di un connettore IEC di questo tipo occorre tenere presente che, per dare tensione al totem dopo aver inserito il cavo di alimentazione in dotazione, occorre premere il pulsante rosso per portarlo nella posizione ON. L’accensione del led rosso confermerà che l’alimentazione è attiva, ed il totem alimentato correttamente.

connettore IEC

Nello sportellino è presente un fusibile 5x20F atd da 10A naturalmente a 250V.

La sostituzione in caso di rottura, può essere effettuata dall’utente previa la rimozione del cavo di alimentazione.

Attenzione: se non si è sicuri delle operazioni da compiere, è consigliabile consultare un tecnico specializzato.

Nel porta fusibile sono presenti due vani, uno contenente il fusibile in uso ed uno di scorta. In caso di mancata accensione del totem, verificare il fusibile; se il filamento dovesse risultare interrotto è necessario sostituirlo.

N.B. la rottura di un fusibile può essere causata da un guasto accidentale e sporadico, per cui la sostituzione del fusibile ripristina immediatamente la funzionalità elettrica del totem.

Se la sostituzione del fusibile dovesse avere come conseguenza una nuova rottura, occorre contattare il centro di assistenza per accertarsi che non vi siano altri guasti.

Monitor: il monitor deve essere pulito esclusivamente con un panno umido con un detergente apposito che non contenga ammoniaca.

*Vetro Touch: il vetro deve essere pulito esclusivamente con un panno umido con un detergente apposito che non contenga ammoniaca e solo dal lato esterno, il lato interno può essere spolverato con un panno morbido asciutto.

*Condizionatore: il condizionatore non ha sostanzialmente necessità di manutenzione e di tarature. Verificare il funzionamento dopo alcuni minuti dall’accensione al termine della routine di startup, come indicato nel manuale d’uso. Apporre la mani a qualche centimetro di distanza dalla ventola interna, per verificare il funzionamento con un costante flusso d’aria.

*Ventole: verificare che le ventole siano pulite ed il filtro sia integro e pulito, eventualmente soffiare con aria compressa. Accertarsi, regolando il termostato, che le ventole si avviino e girino regolarmente, oppure con l’alzarsi della soglia si fermino gradualmente. Le ventole devono essere comprensibilmente silenziose.

*Riscaldatore: il riscaldatore deve essere sgombero da oggetti che possano coprirlo e stabile sulla barra DIN. Due blocchi a vite ne garantiscono l’inamovibilità. Accertarsi, regolando il termostato, che scatti la ventola interna al riscaldatore e la temperatura sopra il riscaldatore aumenti gradualmente.

*Termostato: Verificare modificando le posizioni degli indicatori sul termostato, che le soglie di temperatura cambino. Ciò viene evidenziato dalla rotazione o meno delle ventole o del riscaldatore.

*Periferiche diverse: Possono essere presenti nel totem altre periferiche quali stampanti A4, lettori di card, scanner ottici o stampanti di biglietti o Tablet. In tutti i casi non menzionati nel presente elenco occorre far riferimento per l’utilizzo e la manutenzione al libretto di uso e manutenzione propri del prodotto ed allegati al presente documento nella scatola in dotazione.

 

Note:

Nei totem Q-touch sono generalmente presenti Tablet al posto di monitor, e questo riduce notevolmente l’assorbimento di corrente ed il carico anche in presenza di una stampante termica. Questi totem non necessitano di un interruttore differenziale ma è sufficiente un interruttore da 16A.

Essendo totem molto leggeri si prestano ad essere spostati frequentemente, ma proprio per questa caratteristica possono avere qualche problema di instabilità. Si consiglia pertanto di posizionarli in modo tale che non possano essere di ostacolo al flusso delle persone.

*se presente

Componenti elettrici

Il livello di sicurezza dell’impianto elettrico può ridursi nel tempo a causa dell’uso e del naturale decadimento dei materiali isolanti.

Nel caso dell’interruttore magnetotermico differenziale GW94026 presente nel totem la prova tramite tasto “test” viene indicata dal costruttore del dispositivo. In assenza di indicazioni in tal senso, si può fare riferimento all’allegato D della Guida CEI 23-29 che la pone ogni 6 mesi.

La multipresa Biticino inserita nel Totem normalmente non richiede manutenzione.

Parti mobili, minuterie e guarnizioni

L’utilizzatore deve quindi predisporre il controllo periodico, anche delle parti mobili quali cerniere e serrature e delle guarnizioni di tenuta e viste le condizioni di utilizzo, almeno una volta l’anno per accertare mediante prove e verifiche, l’effettivo stato dell’impianto e provvedere a ristabilire con interventi mirati il necessario livello di sicurezza.
La guarnizione di tenuta antipolvere è soggetta a decadimento con perdita delle caratteristiche salienti, deve essere verificata periodicamente ed eventualmente sostituita qualora l’ambiente operativo di funzionamento lo richiedano.

Periodicamente andranno controllati i serraggi delle viti o dei dadi di fissaggio alla base.

In presenza di cerniere verificare periodicamente la presenza di grasso.

Componenti fornitori

I componenti forniti da Totemmultimedia devono essere manutenzionati secondo i requisiti indicati dai costruttori dei singoli componenti.

Ventole

Le ventole sono provviste di filtri che devono essere manutenzionati periodicamente a seconda delle condizioni di utilizzo. In caso di ambienti estremamente polverosi si consiglia una manutenzione frequente ed eventualmente un utilizzo di filtri con capacità filtranti maggiori.

Carrozzeria

La carrozzeria non richiede particolari manutenzioni essendo verniciata a forno, garantisce la tenuta contro la corrosione e l’umidità.

Può essere pulita periodicamente con un panno umido ed un detergente non aggressivo.

Per qualunque delucidazione in merito al posizionamento ed all’utilizzo del totem, fatto salvo i componenti forniti dal cliente, si invita a contattare direttamente il supporto tecnico di Totemmultimedia.

Si garantisce l’assenza di difetti nei materiali e nella fabbricazione della struttura in condizioni di utilizzo normali per una durata di ventiquattro mesi dalla data di consegna iniziale.

La garanzia per i componenti elettrici è di dodici mesi dalla data di consegna.

Entro tale periodo la ADM IT srl si impegna ad eliminare eventuali guasti del prodotto, mediante riparazione, sostituzione delle parti difettose a titolo completamente gratuito e manodopera presso il nostro laboratorio.

I dispositivi inseriti all’interno del totem, seguono invece la garanzia del brand.

La validità della garanzia è subordinata alle seguenti regole:

  • la segnalazione del guasto deve avvenire entro i 24 mesi dalla consegna.
  • Il prodotto e i suoi componenti devono essere nelle condizioni di consegna.
  • Il numero di matricola deve essere perfettamente leggibile ed inalterato.
  • Il guasto e/o malfunzionamento non deve essere originato da impieghi o scopi impropri.
  • Mancato rispetto di quanto espresso sulle istruzioni.
  • Manutenzione non corretta e/o modifiche non autorizzate.
  • Incidenti o urti dovuti a trasporto o a cause di forza maggiore.
  • Qualsiasi causa indipendente dalla nostra volontà.

Le riparazioni verranno eseguite da nostro personale e/o per nostro conto. Il materiale dovrà essere spedito e/o consegnato al nostro servizio post vendita. Si intendono a carico del cliente e/o dell’utilizzatore le spese di trasporto, i rischi di danneggiamento o perdita del materiale durante la spedizione. Tutti i componenti sostituiti diventeranno di nostra proprietà. Non si riconoscono altre garanzie o diritti. Se non quelli sopra espressamente descritti. In nessun caso potranno essere avanzate richieste di risarcimento danni per spese, sospensioni di attività ed altri fattori o circostanze in qualche modo correlate al mancato funzionamento del prodotto o di una delle sue parti.

Ci riserviamo il diritto di modificare, senza alcun preavviso, le caratteristiche e le dimensioni del prodotto e ci riserviamo l’applicazione del diritto di protezione. Le descrizioni e le caratteristiche a catalogo non hanno alcun valore contrattuale. Informazioni sui componenti presenti nel totem se non aggiornate potranno essere verificate dai siti dei rispettivi costruttori.

Note

Manuali e certificazioni dei prodotti sono presenti in allegato in forma cartacea all’interno della scatola di corredo del totem, unitamente alla chiave per l’apertura.

Eventuali altri certificati e manuali possono essere richiesti direttamente al costruttore.

 

Dichiarazione di conformità CE.

È possibile richiedere la dichiarazione presso il costruttore di ogni singolo componente facente parte il totem, o presente nel manuale di uso e manutenzione dei prodotti.
Nel caso specifico del materiale prodotto da ADM IT srl per Totemmultimedia, si può richiedere la certificazione agli indirizzi riportati sul manuale stesso.

FORNITORI

PARTNER

toshiba gunnebo samsung panasonic lg nec brother custom pq labs ingenico visualplanet wincor